Fip news

Condividi contenuti
News della Federazione Italiana Pallacanestro
Aggiornato: 51 settimane 20 ore fa

3x3. La FIP incontra Alex Sanchez, responsabile FIBA 3x3

Mar, 14/11/2017 - 17:20
Un lungo incontro per individuare le migliori strategie per far crescere il movimento del 3x3 in Italia in funzione dei Giochi Olimpici di Tokio 2020. A San Martino di Lupari (PD), in occasione del raduno della Nazionale femminile per la gara di Qualificazione all'Eurobasket Women 2019, il presidente FIP Giovanni Petrucci, accompagnato dai vicepresidenti Gaetano Laguardia e Mara Invernizzi ha incontrato Alex Sanchez, responsabile mondiale del 3X3 della FIBA, la Federazione internazionale. "Lo scorso 9 giugno il CIO ha promosso il 3X3 a disciplina olimpica -ha ricordato il presidente Petrucci- L'Italia in questo momento con 7895 atleti è la Nazione con il maggiore numero di tesserati al mondo. Questo ovviamente non basta da solo per realizzare il nostro sogno olimpico. Questo il motivo dell'incontro con Sanchez: vogliamo studiare per far crescere il movimento finalizzandolo all'appuntamento olimpico." L'incontro ha fornito le prime linee guide per programmare l'attività di una disciplina che ha cultura e pratiche proprie, per organizzare eventi internazionali propedeutici che facciano aumentare il numero dei praticanti e crescere il ranking dei tesserati e la qualità tecnica delle nostre Nazionali a partire fin dai prossimi impegni. E' di questi giorni, infatti, la notizia, che grazie al ranking dello scorso anno, la Nazionale femminile è stata ammessa dalla FIBA ai prossimi Campionati del Mondo che si terranno a Manila a giugno 2018.

San Martino di Lupari, oggi la conferenza stampa di presentazione di Italia-Croazia (mercoledì, ore 20.30, direttta SkySportHD).

Lun, 13/11/2017 - 17:36
Una gremita sala consiliare, presso il Comune di San Martino di Lupari, è stata teatro lunedì mattina della conferenza stampa di presentazione di Italia-Croazia, la sfida che mercoledì sera alle 20.30 vedrà le Azzurre del Commissario Tecnico Marco Crespi affrontare proprio al palasport di San Martino il secondo impegno di qualificazione a EuroBasket Women 2019. A fare gli onori di casa è stato il Sindaco Gerry Boratto: «Ringrazio il Presidente Petrucci, la FIP e Vittorio Giuriati per aver portato la Nazionale Femminile a San Martino di Lupari - ha detto il primo cittadino - Siamo un paese di 13.500 abitanti ma da anni esprimiamo eccellenze sportive, nel basket e nel calcio a cinque. La pallacanestro femminile è in grande ascesa, per noi avere la possibilità di ospitare le Azzurre è un riconoscimento importante oltre che un onore. In bocca al lupo a tutti per mercoledì, sarò al PalaLupe a sostenere la Nazionale». Non ha voluto mancare il numero uno della Federazione Italiana Pallacanestro, il Presidente Gianni Petrucci: «Siamo qui con grande piacere, dovevamo al Comitato Regionale Veneto e a una società seria come San Martino di Lupari questa scelta di portare qui la Nazionale Femminile. La scorsa estate siamo andati vicinissimo alla qualificazione al Mondiale, ora siamo ripartiti affidando la squadra a Marco Crespi, un allenatore che con la Maschile ha vinto tanto e che ora è animato da grande entusiasmo. Qui con me in sala ci sono due grandi atlete: Raffaella Masciadri è il nostro capitano e rappresenta tutti gli atleti in quanto eletta nel Consiglio Nazionale del CONI. Francesca Dotto non è più una speranza, è una certezza. Siamo felici di essere a San Martino di Lupari, sappiamo che ci sarà il tutto esaurito e che le Azzurre saranno spinte dal pubblico». Tra coloro che più si sono spesi per portare la Nazionale a San Martino c'è il Presidente del Comitato Regionale Veneto della FIP, Roberto Nardi: «Senza tema di smentita posso dire che il Veneto è la regione più importante della pallacanestro femminile. Abbiamo tre squadre nella massima serie e tante giocatrici, in Nazionale e nei Settori Giovanili. So quanto San Martino di Lupari sia capace di far sentire il proprio calore, in bocca a lupo a tutti per mercoledì». «Colgo l’occasione per ringraziare le atlete e i tecnici della Nazionale, anche perché so che si spenderanno anche sul territorio - ha aggiunto Flavio Camporese, Presidente del Comitato Provinciale FIP di Padova - Questo aspetto per noi è fondamentale, soprattutto per le ragazze che vi vedono in televisione e possono sognare un giorno di diventare come voi». Il Commissario Tecnico Marco Crespi si è soffermato sull'atmosfera che le Azzurre troveranno mercoledì: «Sono stato recentemente a vedere una partita di campionato, quando San Martino ha affrontato Venezia, e quando sono entrato ho percepito un’atmosfera speciale. Mi è piaciuto vedere un palazzetto che gioca la partita, non la guarda soltanto. Per noi quella con la Croazia è una partita importante, una partita da gustare e da gustare per vincere». Sulla stessa lunghezza d'onda il capitano Raffaella Masciadri: «Il PalaLupe sarà il sesto uomo, il pubblico a San Martino è caldo, quando vengo qui da avversaria non è mai semplice e spero che lo stesso valga per le giocatrici croate». Tra le più attese c'è la playmaker padovana Francesca Dotto, uscita proprio dal settore giovanile di San Martino di Lupari: «Per me ovviamente giocare a San Martino e al PalaLupe sarà un’emozione speciale, qui ritrovo tante facce conosciute e tanti amici. Sarà particolare, emozionante, non vedo l’ora di scendere in campo e di dare tutto con questa Maglia, come abbiamo fatto a Skopje e come facciamo tutti i giorni in allenamento». A chiudere è stato Vittorio Giuriati, presidente dell'AS San Martino che più di tutti ha voluto trasformare in realtà il sogno della Nazionale: «Sono felice della presenza qui in conferenza stampa del presidente Petrucci, che normalmente non partecipa a questi eventi. Portare la Nazionale qui è stata un’occasione unica e irripetibile, ringrazio la FIP e tutti coloro che si sono adoperati affinché questa ipotesi potesse diventare realtà. È il riconoscimento per il lavoro svolto in questi, Italia-Croazia è un evento di caratura internazionale e siamo felici di ospitarlo. E ora tutti al PalaLupe a tifare Italia». SOLD OUT. Il tutto esaurito è ufficiale: i tifosi si sono già assicurati ogni posto a disposizione nel palasport di Via Leonardo da Vinci (grazie alle tribune allestite a bordo campo la capienza è stata portata a quasi 800 persone), e dunque l'atmosfera sarà caldissima. Per questioni di sicurezza, non sarà più possibile accettare ulteriori richieste. EVENTI COLLATERALI. Martedì 14 novembre, dalle 11 alle 12, la squadra azzurra sarà al palasport per incontrare i tifosi e in particolar modo circa 500 ragazzi e ragazze dalle scuole medie ed elementari di San Martino di Lupari, rimanendo a disposizione per foto, autografi e domande. Tra gli appuntamenti del mercoledì sera ci sarà una speciale premiazione per la Nazionale Under 16 femminile, che lo scorso agosto in Francia ha conquistato il Bronzo all'Europeo. Prima della partita ad eseguire dal vivo sia l'inno nazionale italiano che quello croato ci sarà Carlo Agostini, basso del Teatro La Fenice di Venezia, mentre ad animare gli intervalli saranno le esibizioni di danza della Sweet Devils HIP-HOP School. In palasport si potrà inoltre contribuire all'evento benefico "Jas100", pensato per celebrare le cento partite con il Fila San Martino di Jasmine Bailey (traguardo che sarà raggiunto domenica 19 novembre). Si potranno acquistare la t-shirt celebrativa (presentata proprio durante la conferenza stampa) e un posto alla cena di lunedì 20 novembre al Ristorante Rometta di Cittadella, con tanti ospiti illustri tra cui il ct Marco Crespi. I proventi andranno alla Fondazione Città della Speranza.

Toscana. Festa per i Campioni regionali

Lun, 13/11/2017 - 12:03
Una giornata di festa per il basket toscano, che domenica 12 novembre si è riunito a Firenze per celebrare le eccellenze giovanili che si sono distinte nei vari campionati regionali. L’appuntamento rappresenta ormai un evento fisso nel calendario del Comitato Regionale FIP Toscana e costituisce l’occasione per rendere omaggio a tutte le squadre, maschili e femminili, che si sono aggiudicate Campionati e Coppe regionali nella stagione 2016-17. A ricevere i riconoscimenti, dalle mani del presidente della FIP Giovanni Petrucci, del presidente del Comitato Regionale FIP Toscana Simone Cardullo e del consigliere federale FIP Marco Petrini sono state 27 società (21 maschili e 6 femminili). Anche quest’anno, come da tradizione, sono stati assegnati i premi “Piero Massai”, “Piero Focardi”, “Otello Formigli” e “Giuseppe Varrasi”, rispettivamente ad Alessio Fabiani (arbitro), Rodolfo Cavallo (dirigente), Federico Barsotti (allenatore) e Piernicola Salerni (allenatore). Giulio Giannelli e Roberto Petronici hanno ricevuto, invece, il premio alla carriera. “Oggi è un giorno di festa – ha commentato il presidente del Comitato Regionale FIP Toscana, Simone Cardullo – ma proprio perché siamo qui a premiare tanti giovani, vorrei porre l’attenzione su un problema che le nostre società di basket hanno, quando si trovano a dover tesserare un ragazzo nato in Italia, da genitori stranieri. Purtroppo, per lungaggini burocratiche, che non dipendono dalla FIP, spesso questi ragazzi vengono tesserati con ritardo, rispetto agli altri. Credo che questo sia un punto da affrontare e risolvere tutti insieme al più presto”. Sulla questione è intervenuto anche il presidente della FIP, Giovanni Petrucci, che ha sottolineato come “la legge sullo ius soli porterà benefici anche nel mondo del basket e quindi mi auguro che venga presto approvata in Parlamento. Per quanto riguarda il nostro movimento, pochi giorni fa l’Istat ha diffuso una serie di dati dai quali si evince che la pallacanestro è il terzo sport più praticato, in Italia, soprattutto nella fascia di età tra i 12 e i 19 anni. Oltre questa età c’è una leggera flessione ed è proprio qui che dobbiamo intervenire, per “recuperare” questi ragazzi. La nostra Federazione è molto sensibile al tema giovanile; lo dimostrano i tanti progetti che mettiamo in campo ogni anno, per i più giovani. Quest’anno, in particolare, abbiamo lanciato “EasyBasketinclasse”, che coinvolgerà oltre 2600 classi delle scuole primarie, fino a giugno 2018, per combattere la sedentarietà e promuovere lo sport nelle scuole”.

Ufficio Stampa Comitato Regionale FIP Toscana

Emilia Romagna. La premiazione delle società

Dom, 12/11/2017 - 01:38
Grande partecipazione nella Sala Auditorium dell’Unipol Banca, dove si è svolta la cerimonia di premiazione delle società dell’Emilia Romagna che, nella scorsa stagione, hanno vinto un campionato a livello regionale e/o nazionale. La manifestazione, organizzata dal presidente del Comitato Regionale FIP Emilia Romagna Stefano Tedeschi e dai suoi collaboratori, ha visto la partecipazione del presidente federale Giovanni Petrucci, accompagnato dal presidente di Legabasket Serie A, Egidio Bianchi, dal presidente della Lega Nazionale Pallacanestro, Pietro Basciano, e dal presidente del CONI Emilia-Romagna, Umberto Suprani. Presente alla cerimonia anche l’assessore allo sport del Comune di Bologna Matteo Lepore, che ha affermato di voler riqualificare numerosi impianti sportivi della città e di dotare tutte le palestre scolastiche del defibrillatore entro il gennaio del 2018. Lepore ha poi annunciato l’intenzione di creare un museo, interamente dedicato alla storia della pallacanestro italiana, all’interno del Paladozza. “L’idea è quella di realizzare un museo multimediale per scuole e famiglie, aperto sette giorni su sette, all’interno del tempio storico di Basket City” ha dichiarato, che ha poi rimarcato l’importanza del basket nella città di Bologna e in tutto il resto della regione. In crescita il numero di tesserati in Emilia-Romagna: +7,6% di atleti maschi e +0,5% nel basket femminile, rispetto alla passata stagione. Un dato importante, presentato dal presidente regionale Tedeschi, che conferma il buon momento del basket giovanile, a livello di tesseramenti, nella nostra regione. “Secondo un’indagine dell’Istat, risalente ad un mese fa, il basket è il terzo sport più praticato in Italia, dopo calcio e sport nautici”, ha poi aggiunto il presidente federale Petrucci, nonostante un calo del numero degli atleti praticanti dopo i 19 anni. Il presidente del CONI Emilia-Romagna Umberto Suprani, infine, ha sottolineato l’importanza del progetto “EasyBasketinclasse”, lanciato nei giorni scorsi dalla Federazione Italiana Pallacanestro, per promuovere il basket nelle scuole.

Ufficio Stampa Comitato Regionale FIP Emilia Romagna

EuroBasket Women 2019 Qualifiers, a Skopje Macedonia-Italia 52-61 (Cinili 12)

Sab, 11/11/2017 - 20:32
Apre con una vittoria, la Nazionale Femminile, il ciclo di partite di qualificazione all’EuroBasket Women 2019. A Skopje le Azzurre hanno superato 52-61 la Macedonia al termine di una partita iniziata male (2-8) e poi però condotta con autorità già a dalla metà del primo quarto. La miglior realizzatrice è stata un’eccellente Sabrina Cinili con 12 punti, in doppia cifra anche Giorgia Sottana (11) e Olbis Andre (10 punti e 12 rimbalzi), che ha così salutato nel modo migliore il proprio esordio con la Maglia della Nazionale Senior. “Partita con tanti alti e bassi - ha commentato Marco Crespi a fine partita - una classica prima partita. Alti e bassi tecnici e di concretezza. Appunti utili per guardare a come e dove crescere. Una parola per l’esordio di Olbis Andre. Una carezza a lei e a Giulia, la ragazza che a Torino ha vissuto un momento triste. Triste per lei e di vergogna per tutti noi. Fermamente il razzismo è da combattere. Pubblicamente. Davvero #siamotuttiGiulia“. L’Italia torna in campo mercoledì 15 novembre a San Martino di Lupari (Padova) per affrontare la Croazia, che oggi ha perso 54-57 con la Svezia e Zagabria (ore 20.30, diretta SkySportHD). Le uniche squadre già qualificate per l’Europeo sono quelle dei Paesi ospitanti (Serbia e Lettonia), in palio rimangono gli altri 14 posti: all’Europeo 2019 accederanno le prime classificate degli otto gironi e le sei migliori seconde. Le Azzurre (Dotto, Crippa, Zandalasini, Cinili e Andre il quintetto scelto da Marco Crespi) hanno iniziato in modo contratto la partita: dopo il primo canestro di Zandalasini è arrivato l’8-0 delle padrone di casa chiuso dalla tripla di Mitrosinovik. Con pazienza l’Italia è tornata a contatto con Cinili, Formica e Sottana e poi allungato (14-19 a fine primo quarto) fino al 18-27 realizzato da Zandalasini. All’intervallo lungo si è andati sul 25-33 per le Azzurre, con la penetrazione di Dotto a chiudere il secondo quarto. L’Italia ha toccato la doppia cifra di vantaggio in apertura di terzo quarto col rimbalzo offensivo convertito a canestro da Andre (25-35) ma la Macedonia è tornata immediatamente a contatto con Givens (30-35) e poi con Mitrosinovik ha trovato la tripla del -4 (35-39) con le Azzurre incapaci di mettere a referto punti con continuità. I 4 punti di Cinili ci hanno fatto respirare e riportato sul +8 e il periodo si è chiuso sul 38-44. A metà dell’ultimo quarto l’Italia ha provato ad allungare con decisione (41-52) con i punti di Sottana e Cinili ma Givens si è caricata sulle spalle la Macedonia ed è tornata a spaventarci (47-52 a 3 minuti dalla fine). Dotto ha replicato in penetrazione (49-56) ma ancora Givens ha fissato il risultato sul 52-56 con 50 secondi sul cronometro. La partita l’ha risolta Cinili con l’ennesimo canestro in sospensione, poi Dotto ha arrotondato dall’arco a pochi istanti dalla sirena. Una vittoria sofferta ma estremamente preziosa, per le Azzurre. In tribuna, insieme all’Ambasciatore italiano in Macedonia Carlo Romeo, anche il Primo Ministro della Repubblica Macedone Zoran Zaev e Petar Naumoski, Presidente della Federbasket locale. Macedonia-Italia 52-61 (14-19; 25-33; 38-44) Macedonia: Stojanovska (0/1), Lazareska (0/4, 0/2), Adamovska ne, Petrushevska ne, Dimova ne, Janevska ne, Kmetovska 10 (4/15), Selcova ne, Givens 22 (7/11, 2/5), Shekjerovska ne, Mitrasinovik 14 (4/12, 1/3), Trajchevska 6 (2/6 da 3). Coach: Lazovski. Italia: Gorini (0/1), Sottana 11 (5/11, 0/6), Zandalasini 8 (4/5, 0/6), Dotto 7 (2/6, 1/1), Masciadri, Formica 2 (1/2), De Pretto 2 (1/2), Crippa 7 (2/2, 1/5), Bestagno 2 (1/1), Cinili 12 (4/8, 1/2), Andre 10 (5/7), Kacerik ne. Coach: Crespi Arbitri: Ivan Milicevic (Bosnia), Tsekov (Bulgaria), Monika Csender (Romania). T2P: Macedonia 15/46; Italia 25/45. T3P: Macedonia 5/16; Italia 3/20. TL: Macedonia 7/13; Italia 2/6. Rimbalzi: Macedonia 39; Italia 45. Palle perse: Macedonia 13; Italia 14. Palle recuperate: Macedonia 5; Italia 5. Assist: Macedonia 11; Italia 16. Il calendario del girone H 11 novembre 2017 Macedonia-Italia 52-61; Croazia-Svezia 54-57 Classifica: Italia, Svezia 1-0; Croazia, Macedonia 0-1. 15 novembre 2017 Italia-Croazia; Svezia-Macedonia 10 febbraio 2018 Svezia-Italia; Macedonia-Croazia 14 febbraio 2018 Italia-Macedonia; Svezia-Croazia 17 novembre 2018 Croazia-Italia; Macedonia-Svezia 21 novembre 2018 Italia-Svezia; Croazia-Macedonia Tutti i Gironi Girone A: Slovacchia, Montenegro, Islanda, Bosnia Girone B: Turchia, Bielorussia, Polonia, Estonia Girone C: Russia, Ungheria, Lituania, Albania Girone D: Grecia, Israele, Gran Bretagna, Portogallo Girone E: Francia, Slovenia, Romania, Finlandia Girone F: Spagna, Ucraina, Paesi Bassi, Ucraina Girone G: Belgio, Repubblica Ceca, Germania, Svizzera Girone H: Italia, Croazia, Svezia, Macedonia

"Il Messaggero". Intervista al presidente Petrucci. "L'anno Uno del basket"

Sab, 11/11/2017 - 09:34
Le Qualificazioni Europee per la Nazionale femminile, quelle Mondiali per la Nazionale maschile, il nuovo corso con i CT Sacchetti e Crespi, i compiti del direttore generale Tanjevic, la polemica FIBA-Eurolega, ma anche il successo del 3X3 e la candidatura italiana ad ospitare il Mondiale 2019, le riforme nello sport italiano e l'appoggio al presidente CONI Giovanni Malagò. Questi alcuni fra gli argomenti dell'intervista di Gianluca Cordella per "Il Messaggero" al presidente Giovanni Petrucci in edicola oggi sabato 11 novembre.

Il saluto alle Azzurre dell'Ambasciatore italiano in Macedonia Carlo Romeo

Ven, 10/11/2017 - 18:17
Venerdì 10 novembre l’Ambasciatore italiano in Macedonia Carlo Romeo ha voluto incontrare la Nazionale Femminile nell’albergo Russia che ospita le Azzurre. L’incontro con la squadra e lo staff è stato molto cordiale, a seguire le ragazze allenate da Marco Crespi hanno sostenuto l’allenamento nell’impianto che sabato alle 17.00 ospiterà Macedonia-Italia, primo impegno delle qualificazioni all’Europeo 2019. L’Ambasciatore, a cui Raffaella Masciadri ha consegnato una Maglia della Nazionale autografata, ha assicurato che sabato sarà a bordo campo per sostenere le Azzurre.

EuroBasket Women 2019 Qualifiers, oggi a Skopje Macedonia-Italia (ore 17.00, diretta SkySport3HD)

Ven, 10/11/2017 - 14:09
Ci siamo. Oggi le Azzurre avviano il proprio percorso verso l’EuroBasket Women 2019, affrontando la Macedonia a Skopje nella prima partita di qualificazione (ore 17.00, diretta su SkySport3HD). Mercoledì 15 la squadra allenata da Marco Crespi tornerà in campo per affrontare la Croazia a San Martino di Lupari (ore 20.30, sempre in diretta su SkySportHD). La quarta squadra del girone è la Svezia, che sarà avversaria delle Azzurre a febbraio 2018: domani le scandinave affrontano la Croazia a Zagabria. Le uniche squadre già qualificate per l’Europeo sono quelle dei Paesi ospitanti (Serbia e Lettonia), in palio rimangono gli altri 14 posti: all’Europeo 2019 accederanno le prime classificate degli otto gironi e le sei migliori seconde. Le Azzurre sono arrivate a Skopje ieri pomeriggio, a conclusione del mini-raduno che si è tenuto al Centro Sportivo dell’Acqua Acetosa. Allenamento in tarda serata nello “Sports Centre Jane Sandanski”, lo splendido impianto che ospiterà la partita, e poi cena. Tutte le giocatrici sono in buone condizioni fisiche, Debora Carangelo e Jasmine Keys sono state autorizzate a lasciare il raduno e non sono partite per Skopje. Oggi la Nazionale torna in campo nel pomeriggio per un’altra sessione di allenamento, domani mattina Marco Crespi deciderà le 12 Azzurre per la sfida alla Macedonia. Non ci sono precedenti, si tratta del primo confronto tra le due Nazionali. Non sarà della partita Jelena Antic, stella della Macedonia e del Wisla Cracovia, ora infortunata. In dubbio anche Ana Tanturovska e Ivona Pejkovksa. Ci sarà però l’ala passaportata Chrissy Givens: squadra giovane, quella di coach Lazovski, che domani manderà in campo cinque Under 20. Così coach Crespi alla vigilia del suo primo impegno ufficiale sulla panchina della Nazionale Femminile: “Prima partita di qualificazione agli Europei e il sapore delle prima partita è sempre speciale. Abbiamo lavorato bene a Roma. Bene per intensità e piacere di mettersi addosso un vestito proprio, come modello di gioco. Adesso la partita e primo obiettivo sarà sentire completamente il piacere di giocarla. Per vincerla”. Macedonia-Italia (Skopje, Sports Centre Jane Sandanski - ore 17.00, diretta SkySport3HD) MACEDONIA Sanja Adamovska (’98, 1.74, Playmaker) Nena Trajchevska (’94, 1.82, Ala) Sofja Lazareska (’95, 1.75, Guardia-Ala) Ivona Pejkovksa (’95, 1.75, Playmaker) Ivana Kmetovska (’95, 1.93, Ala) Jovana Petrushevska (’00, 1.90, Ala-Centro) Chrissy Givens (’85, 1.80, Ala) Aleksandra Stojanovska (’94, 1.78, Ala) Andzelika Mitrasinovic (’93, 1.78, Playmaker) Kristina Janevska (’97, 1.80, Guardia-Ala) Annamaria Shekjeroska (’00, 1.80, Ala) Cvetanka Dimova (’98, 1.80, Ala) Coach: Marjan Lazovski ITALIA 5 Gaia Gorini (’92, 1.81, Playmaker) 7 Giorgia Sottana (’88, 1.75, Playmaker/Guardia) 9 Cecilia Zandalasini (’96, 1.85, Ala) 10 Francesca Dotto (’93, 1.70, Playmaker) 11 Raffaella Masciadri (’80, 1.85, Ala) 12 Alessandra Formica (’93, 1.89, Ala-Centro) 13 Valeria De Pretto (’91, 1.85, Ala) 14 Martina Crippa (’89, 1.78, Guardia-Ala) 15 Martina Bestagno (’90, 1.89, Centro) 23 Sabrina Cinili (’89, 1.91, Ala) 33 Andre Olbis Futo (’98, 1.86, Centro) 77 Martina Kacerik (’96, 1.81, Guardia) Coach: Marco Crespi Assistenti: Giovanni Lucchesi, Cinzia Zanotti Arbitri: Ivan Milicevic (Bosnia), Tsekov (Bulgaria), Monika Csender (Romania) Il calendario del girone H 11 novembre 2017 Macedonia-Italia; Croazia-Svezia 15 novembre 2017 Italia-Croazia; Svezia-Macedonia 10 febbraio 2018 Svezia-Italia; Macedonia-Croazia 14 febbraio 2018 Italia-Macedonia; Svezia-Croazia 17 novembre 2018 Croazia-Italia; Macedonia-Svezia 21 novembre 2018 Italia-Svezia; Croazia-Macedonia

EASYBASKETinCLASSE, presentato alla Camera dei deputati il progetto per 2.600 classi della Primaria.

Mer, 08/11/2017 - 19:36
La Federazione Italiana Pallacanestro va a canestro nelle scuole con EASYBASKETinCLASSE, il progetto che coinvolge oltre 65mila alunni di tutta Italia. EASYBASKETinCLASSE, promosso dalla FIP e gestito dall’azienda specializzata in progetti di comunicazione Neways, segue le linee guida dell’accordo CONI-MIUR per la promozione dello sport nella scuola come palestra di vita e prevenzione alla sedentarietà. EASYBASKETinCLASSE offre, inoltre, un supporto agli insegnanti delle scuole primarie nell’avvio di un programma di educazione fisica ed avvicina i giovani studenti al gioco-sport della pallacanestro, utilizzando un approccio ludico e easy, seguendo poche e semplici regole. EASYBASKETinCLASSE si svilupperà, da novembre 2017 fino a giugno 2018, in 2.600 classi (superata in meno di 20 giorni di pre-iscrizioni la quota prevista di 1.500 classi) della Scuola Primaria di tutta Italia con il coinvolgimento di circa 2mila insegnanti e 65mila alunni. “Ringrazio di cuore per questo bellissimo progetto alla quale sono onorata di dare oggi il mio contributo come parlamentare e vi porto anche il saluto del ministro dello Sport Luca Lotti” ha esordito l’On. Daniela Sbrollini, vicepresidente Commissione Affari sociali e Sanità della Camera dei deputati e responsabile del Dipartimento Sport e Welfare del PD, inaugurando oggi la conferenza stampa di presentazione di EASYBASKETinCLASSE, svoltasi presso la Sala Stampa della Camera dei deputati in Roma. “Se consideriamo che un bambino su cinque non fa nessun tipo di attività sportiva, l’avere un progetto di questo livello, che permette di riconoscere il valore culturale dello sport, ed in particolare del basket adattandolo alle esigenze dei più piccoli, è un messaggio che è portatore di un forte impatto”. Il presidente FIP Giovanni Petrucci, ha ringraziato l’on. Sbrollini “che ha fatto e fa tanto per lo sport” e la Neways per “aver ideato un progetto di tale respiro” e ha sottolineato l’”entusiasmo straordinario che ha caratterizzato l’intera organizzazione del progetto EASYBASKETinCLASSE, con il coinvolgimento di due testimonial di eccezione come Giacomo Galanda e Cecilia Zandalasini”, e ha ricordato che “secondo un’indagine dell’Istat risalente ad un mese fa, il basket è il terzo sport più praticato in Italia, dopo il calcio e gli sport acquatici, e che la lotta alla sedentarietà, soprattutto nei bambini, è di fondamentale importanza. Il nostro dovere è fare avvicinare i giovani alla pratica sportiva. E' un dovere che hanno tutte le federazioni sportive, ed è stato raccolto anche da questo Parlamento, che per lo sport ha fatto in questa legislatura come mai era stato fatto prima”. “In venti giorni dal lancio di EASYBASKETinCLASSE – hanno poi sottolineato Francesca Sorvillo e Patrizio Vanessi, rispettivamente responsabile dei progetti educational e delle relazioni esterne Neways, l’azienda specializzata in progetti di comunicazione che gestisce il progetto EASYBASKETinCLASSE, – abbiamo superato l’obiettivo di coinvolgere 1.500 classi della scuola primaria di tutta Italia e siamo già arrivati a quota 2.600. Questo significa che è dalla scuola che bisogna partire per insegnare quei valori che generano un cambiamento culturale”. Un grande progetto e due testimonial di eccezione. EASYBASKETinCLASSE ha i volti di due campioni assoluti del basket italiano. Giacomo Galanda, capitano della Nazionale Medaglia d’Argento Atene 2004 e Oro ad Eurobasket 1999, e Cecilia Zandalasini, giocatrice del Famila Schio e della Nazionale inserita nel quintetto ideale di EuroBasket Women 2017. “Ho aderito con grande passione al progetto EASYBASKETinCLASSE perché per me è come un nuovo inizio ed è come tornare sui banchi di scuola: i bambini sono i nostri maggiori tifosi ed insegnarli il vero significato di questo sport è emozionante” ha sottolineato Giacomo Galanda, anticipando le dichiarazioni entusiaste di Cecilia Zandalasini. L’Azzurra ha ringraziato per essere stata scelta come testimonial del progetto EASYBASKETinCLASSE: “Io non ho iniziato a giocare a scuola. La forza di questo progetto è proprio quella di voler avvicinare tanti bambini a questo sport. Fargli capire che è bello passarsi la palla, vederla entrare nel canestro. Sono contenta di farne parte, e spero che tante ragazze possano cominciare a giocare, e vivere le emozioni che fa vivere a me”. Dopo aver menzionato alcune regole dell’ EASYBASKETinCLASSE, Maurizio Cremonini, responsabile tecnico del Settore Minibasket e Scuola FIP, ha infine evidenziato che “l'impegno nella Scuola è un impegno dovuto. Dovevamo trovare un modo per bussare nel mondo della scuola, e l'EasyBasket è la nostra proposta. Poche regole, zero competizione, tantissimo divertimento. Il kit didattico che forniamo alle classi che aderiscono al progetto servirà proprio per spiegare il nostro modo di vere il basket…easy”. EASYBASKETinCLASSE prevede, per tutte le classi aderenti, l’invio di un kit gratuito contenente delle schede didattiche, realizzate dallo staff tecnico minibasket e scuola FIP, e che trattano il tema della pallacanestro come elemento fondamentale per sviluppare le capacità motorie, stimolare le prime forme di collaborazione, utilizzare le regole del gioco per educare al rispetto di sé e degli altri, favorire l’inclusione e la partecipazione di tutti i bambini. Nel kit saranno presenti altri materiali promozionali per le famiglie ed un pallone EASYBASKET per ciascuna classe. A supporto del progetto saranno fruibili, dagli insegnanti e dai genitori, sei video lezioni pubblicate sul sito www.easybasketinclasse.it. EASYBASKETinCLASSE è anche un contest, riservato agli alunni, al termine del quale saranno premiate 20 classi, una per ogni regione, oltre alla vincitrice nazionale. Sono anche previsti incontri di formazione in tre aule magne, con la partecipazione dei due testimonial Giacomo Galanda e Cecilia Zandalasini. La presentazione del progetto EASYBASKETinCLASSE ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute, della Presidenza della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica italiana.

FIBA World Cup 2019 Qualifiers. I 16 convocati di Sacchetti per il raduno di Torino.

Mar, 07/11/2017 - 16:24
A 17 giorni dall’esordio nelle qualificazioni alla FIBA World Cup 2019, il Commissario Tecnico Meo Sacchetti ha diramato la lista dei 16 atleti che faranno parte del raduno Azzurro a Torino (20/23 novembre) in vista delle prime due gare contro Romania (24 novembre a Torino) e Croazia (26 novembre a Zagabria). Nella lista 5 giocatori protagonisti dell’EuroBasket 2017 (Abass, Aradori, Biligha, Burns e Filloy). Torna in Azzurro dopo un anno di assenza Alessandro Gentile. I volti nuovi sono quelli di Gaspardo, Giuri, Iannuzzi e Brian Sacchetti. Dopo 6 anni nuova convocazione per Andrea Crosariol. Per le gare contro Romania e Croazia verranno selezionati solo 12 giocatori. I 16 convocati del CT Sacchetti Awudu Abass (1993, 200, A, EA7 Emporio Armani Milano) Pietro Aradori (1988, 196, G, Segafredo Virtus Bologna) Paul Stephane Lionel Biligha (1990, 200, C, Umana Reyer Venezia) Christian Charles Burns (1985, 203, A/C, Red October Cantù) Andrea Crosariol (1984, 212, C, Red October Cantù) Amedeo Della Valle (1993, 194, P/G, Grissin Bon Reggio Emilia) Ariel Filloy (1987, 190, P, Sidigas Avellino) Diego Flaccadori (1996, 193, G, Dolomiti Energia Trentino) Simone Fontecchio (1995, 203, A, EA7 Emporio Armani Milano) Raphael Gaspardo (1993, 207, A, The Flexx Pistoia) Alessandro Gentile (1992, 200, G/A, Segafredo Virtus Bologna) Marco Giuri (1988, 194, P, Happy Casa Brindisi) Antonio Iannuzzi (1991, 208, C, Fiat Torino) Achille Polonara (1991, 205, A, Banco di Sardegna Sassari) Brian Sacchetti (1986, 200, A, Germani Basket Brescia) Luca Vitali (1986, 201, P, Germani Basket Brescia) Giocatori a disposizione Filippo Baldi Rossi (1991, 207, A, Dolomiti Energia Trentino) Andrea De Nicolao (1991, 185, P, Umana Reyer Venezia) David Albright Okeke (1998, 202, A, Fiat Torino) Giampaolo Ricci (1991, 201, A, Vanoli Cremona) Andrea Zerini (1988, 205, A, Sidigas Avellino) Lo staff Capo Delegazione: Giovanni Petrucci Commissario Tecnico: Romeo Sacchetti Assistenti: Emanuele Molin, Massimo Maffezzoli, Paolo Conti Preparatore Fisico: Matteo Panichi Dirigente Accompagnatore: Roberto Brunamonti Medico: Sandro Senzameno Ortopedico: Raffaele Cortina Massofisioterapisti: Roberto Oggioni, Francesco Ciallella Addetto Stampa: Francesco D’Aniello Team Manager: Massimo Valle Addetto ai Materiali: Curzio Garofoli Il programma degli Azzurri nella prima “finestra” di qualificazione al Mondiale 2019 20 novembre Ore 12.00 – Raduno a Torino Ore 17.00/20.00 – Allenamento presso Pala Ruffini (viale Burdin, 10 Torino) 21 novembre Ore 10.00/12.30 – Allenamento Ore 17.00/20.00 – Allenamento 22 novembre Ore 10.00/12.30 – Allenamento Ore 16.30/18.00 – Allenamento 23 novembre Ore 10.00/11.30 – Allenamento Ore 16.30/18.00 – Allenamento 24 novembre Ore 10.00/11.00 – Allenamento Ore 20.15 Italia-Romania (Pala Ruffini, diretta Sky Sport) 25 novembre Trasferimento in Croazia Pomeriggio – Allenamento 26 novembre Mattina - Allenamento Ore 18.00 Croazia-Italia (Zagabria, diretta Sky Sport) 27 novembre Ore 10.30 – Rientro in Italia e fine raduno Ticketing Italia-Romania I biglietti per la gara di Torino contro la Romania sono in vendita sui circuiti TicketOne (clicca qui) e VivaTicket (clicca qui). Accrediti stampa Italia-Romania Gli accessi stampa sono gestiti dalla FIBA. I colleghi che volessero accreditarsi possono farlo attraverso il portale FIBA: clicca qui

Il Bando di Gara per la selezione dell'Advisor FIP

Lun, 06/11/2017 - 18:06
La Federazione Italiana Pallacanestro ha indetto una procedura competitiva con negoziazione, ai sensi dell’Art. 62 D.Lvo n.50/2016, per l’affidamento del servizio di realizzazione e gestione del piano analitico di marketing della Fip, realizzazione e gestione degli eventi speciali in accordo con la Fip ed il reperimento degli sponsor e la valorizzazione del logo Fip. In allegato la documentazione.

Torneo di Ostroleka (Polonia), doppia vittoria per le nostre ragazze

Ven, 03/11/2017 - 20:43
Le ragazze di High School BasketLab, il progetto ideato quest’anno dalla FIP insieme al CONI, hanno giocato oggi in Polonia le prime due partite della Youth League, il torneo riservato a diverse squadre europee Under 14. Doppio successo per le nostre ragazze, che questa mattina alle 9 hanno superato la squadra locale di Ostroleka 78-24 e nel tardo pomeriggio hanno battuto Kosice 40-30. Domani altre due partite alle 12 e alle 19.30, il torneo si chiude il 5 novembre. HSBL-Basket Ostroleka 78-24 HSBL: Ronchi 11, Toffali 8, Varaldi 4, Setti 9, Bucchieri 10, Braida 1, Iagulli 4, Celani 4, Valli 7, Logoh 3, Rescifina 10, Keshi 7. HSBL-Kosice Young Angels Academy 40-30 HSBL: Ronchi 7, Toffali 9, Volpe 2, Varaldi, Setti 6, Bucchieri 3, Braida 2, Iagulli ne, Celani 5, Valli 4, Logoh 2, Rescifina, Keshi. Le convocate Valentina Braida (2003, 1.80, A, Sporting Udine) Francesca Bucchieri (2003, 1.80, A, Fortitudo Rosa Ragusa) Noemi Celani (2003, 1.78, A, Monterotondo) Ashley Egwoh (2002, 1.85, C, Lumaka Reggio Calabria) Martina Iagulli (2003, 1.79, A, Libertas Moncalieri) Promise Keshi (2003, 1.77, G, Raptors Basketball Mestrino) Caterina Logoh (2003, 1.75, G, Vis Castelfidardo) Anna Daria Rescifina (2003, 1.79, A, Giuseppe Rescifina Messina) Sara Ronchi (2003, 179, A, Biassono) Linda Setti (2003, 1.70, P, Correggio) Laura Toffali (2003, 1.70, P, Geas S.S. Giovanni) Laura Valli (2003, 1.80, A, San Gabriele Milano) Sofia Varaldi (2003, 1.85, C, Laposmile Moncalieri) Sara Volpe (2003, 1.77, A, Libertas Gym and Basket) Lo Staff Delegata al Progetto: Mara Invernizzi Responsabile Organizzativo: Marco Gatta Responsabile Tecnico: Giovanni Lucchesi Allenatore: Davide Malakiano Assistente: Angela Adamoli Preparatore Fisico: Luca Bianchini Medico: Andrea Serdoz Fisioterapista: Matteo Brunelli Tutor: Carolina Gatta Arbitro: Cristina Culmine Il programma 3-5 Novembre Torneo European Youth Basketball League 6 Novembre Ore 7.30 Trasferimento a Varsavia Ore 15.45 Volo per Roma Fine raduno

EASYBASKETinCLASSE, l'8 novembre la presentazione alla Camera dei Deputati

Gio, 02/11/2017 - 14:08
La Federazione Italiana Pallacanestro va a canestro nelle scuole con EASYBASKETinCLASSE, il progetto che coinvolge oltre 35mila alunni di tutta Italia. EASYBASKETinCLASSE, promosso dalla FIP e gestito dall’azienda specializzata in progetti di comunicazione Neways, segue le linee guida dell’accordo CONI-MIUR per la promozione dello sport nella scuola come palestra di vita e prevenzione alla sedentarietà. EASYBASKETinCLASSE offre, inoltre, un supporto agli insegnanti delle scuole primarie nell’avvio di un programma di educazione fisica ed avvicina i giovani studenti al gioco-sport della pallacanestro, utilizzando un approccio ludico e easy, seguendo poche e semplici regole. EASYBASKETinCLASSE si svilupperà, da novembre 2017 fino a giugno 2018, in 1.500 classi della scuola primaria di tutta Italia con il coinvolgimento di circa 2mila insegnanti e 35mila alunni. Un grande progetto e due testimonial di eccezione. EASYBASKETinCLASSE avrà, infatti, i volti di due campioni assoluti del basket italiano. Giacomo Galanda, capitano della Nazionale Medaglia d’Argento Atene 2004 e Oro ad Eurobasket 1999, e Cecilia Zandalasini, giocatrice del Famila Schio e della Nazionale inserita nel quintetto ideale di EuroBasket Women 2017, i quali hanno aderito con entusiasmo al progetto di punta della Federazione Italiana Pallacanestro per la scuola. EASYBASKETinCLASSE prevede, per tutte le classi aderenti, l’invio di un kit gratuito contenente delle schede didattiche, realizzate dallo staff tecnico minibasket e scuola FIP, e che trattano il tema della pallacanestro come elemento fondamentale per sviluppare le capacità motorie, stimolare le prime forme di collaborazione, utilizzare le regole del gioco per educare al rispetto di sé e degli altri, favorire l’inclusione e la partecipazione di tutti i bambini. Nel kit saranno presenti altri materiali promozionali per le famiglie ed un pallone EASYBASKET per ciascuna classe. A supporto del progetto saranno fruibili, dagli insegnanti e dai genitori, sei video lezioni pubblicate sul sito www.easybasketinclasse.it. EASYBASKETinCLASSE è anche un contest, riservato agli alunni, al termine del quale saranno premiate 20 classi, una per ogni regione, oltre alla vincitrice nazionale. Sono anche previsti incontri di formazione in tre aule magne, con la partecipazione dei due testimonial Giacomo Galanda e Cecilia Zandalasini. Il progetto EASYBASKETinCLASSE, che ha ricevuto il patrocinio della Presidenza della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica italiana, verrà presentato alla stampa (preventivamente accreditata), mercoledì 8 novembre 2017, alle ore 14.30, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati (entrata dall’ingresso di Via della Missione, 4). Saranno presenti alla Conferenza stampa: - On. Daniela Sbrollini, vicepresidente Commissione Affari sociali e Sanità della Camera dei deputati e responsabile del Dipartimento Sport e Welfare del PD - Giovanni Petrucci, presidente Federazione Italiana Pallacanestro - Giacomo Galanda, testimonial EASYBASKETinCLASSE - Cecilia Zandalasini, testimonial EASYBASKETinCLASSE - Maurizio Cremonini, responsabile tecnico Settore minibasket e Scuola FIP - Francesca Sorvillo, responsabile progetti educational Neways - Patrizio Vanessi, responsabile relazioni esterne Neways

A Venezia il varo di #contagioazzurro. Crespi e Lucchesi in casa della Umana Reyer

Mar, 31/10/2017 - 19:07
Il progetto #contagioazzurro ha visto la luce oggi a Venezia, con la visita di Marco Crespi e Giovanni Lucchesi al Taliercio, nella casa della Reyer. In mattinata Crespi ha allenato per due ore le giocatrici italiane dell’Umana, divise in lunghe ed esterne, poi nel pomeriggio Lucchesi è tornato in palestra per un allenamento con la squadra Under 16 del club orogranata. Nel primo pomeriggio lo staff tecnico Azzurro ha seguito a bordo campo l’allenamento diretto da Andrea Liberalotto. Giovedì l’Umana torna in campo a Friburgo per un altro impegno di EuroCup. “A Venezia il primo #contagioazzurro, il primo a casa di un club che è esempio per qualità di reclutamento e formazione. E sono stato davvero il paziente zero. Entusiasmo e intensità da parte delle ragazze. Attenzione sui dettagli, ascoltando loro impressioni e sensazioni. Oltre a parlare e raccogliere informazioni da chi ci lavora ogni giorno. Un investimento importante”, ha commentato Marco Crespi alla fine della giornata. #contagioazzurro è il nuovo progetto di allenamenti itineranti ideato da coach Crespi in accordo col Settore Squadre Nazionali. “L’obiettivo – spiega Crespi – è quello di vivere la nostra realtà con continuità, attraverso lo scambio contagioso tra tutti noi, avendo le giocatrici come principali protagoniste e con la Fip e i Club impegnati in una collaborazione costruttiva. #Contagioazzuro è l’impegno del Settore Squadre Nazionali, partendo dalla mia persona, a viaggiare per vedere, ascoltare e parlare della nostra realtà. Per lavorare con le giocatrici di interesse, allargare la base e stabilire un contatto continuo con loro e tutti i professionisti che quotidianamente si dedicano a loro”. #contagioazzurro si concretizza in un allenamento mirato al miglioramento individuale, un’occasione di conoscenza e capacità di ascolto reciproco, un servizio per le giocatrici e una possibilità di investimento di lavoro comune e contatto diretto sul territorio. Senza fermarsi alla convocazione e al suo elenco.

"European Youth Basketball League", il primo torneo di HSBL in Polonia (3-5 novembre)

Mar, 31/10/2017 - 11:30
Primo impegno ufficiale per le ragazze di High School BasketLab, che dal 2 al 5 novembre giocheranno un torneo internazionale a Ostroleka, in Polonia. Si tratta del primo appuntamento della “European Youth Basketball League”. Le convocate Valentina Braida (2003, 1.80, A, Sporting Udine) Francesca Bucchieri (2003, 1.80, A, Fortitudo Rosa Ragusa) Noemi Celani (2003, 1.78, A, Monterotondo) Ashley Egwoh (2002, 1.85, C, Lumaka Reggio Calabria) Martina Iagulli (2003, 1.79, A, Libertas Moncalieri) Promise Keshi (2003, 1.77, G, Raptors Basketball Mestrino) Caterina Logoh (2003, 1.75, G, Vis Castelfidardo) Anna Daria Rescifina (2003, 1.79, A, Giuseppe Rescifina Messina) Sara Ronchi (2003, 179, A, Biassono) Linda Setti (2003, 1.70, P, Correggio) Laura Toffali (2003, 1.70, P, Geas S.S. Giovanni) Laura Valli (2003, 1.80, A, San Gabriele Milano) Sofia Varaldi (2003, 1.85, C, Laposmile Moncalieri) Sara Volpe (2003, 1.77, A, Libertas Gym and Basket) Lo Staff Delegata al Progetto: Mara Invernizzi Responsabile Organizzativo: Marco Gatta Responsabile Tecnico: Giovanni Lucchesi Allenatore: Davide Malakiano Assistente: Angela Adamoli Preparatore Fisico: Luca Bianchini Medico: Andrea Serdoz Fisioterapista: Matteo Brunelli Tutor: Carolina Gatta Arbitro: Cristina Culmine Il programma 30 Ottobre Ore 13.00 Arrivo dei partecipanti al Centro Sportivo “Giulio Onesti”, Ore 15.30-18.30 Allenamenti 31 Ottobre Ore 15.30-18.30 Allenamenti 1 Novembre Ore 18.30-21.30 Allenamenti 2 Novembre Ore 10.10 Volo per Varsavia e trasferimento a Ostroleka 3-5 Novembre Torneo European Youth Basketball League 6 Novembre Ore 7.30 Trasferimento a Varsavia Ore 15.45 Volo per Roma Fine raduno

Le Azzurre per le prime gare di qualificazione all'Europeo 2019. Al via il raduno

Lun, 30/10/2017 - 16:17
Domenica 5 novembre la Nazionale Femminile torna a radunarsi, a Roma, per preparare le prime due gare di qualificazione all’EuroBasket Women 2019. Marco Crespi ha convocato sedici atlete, l’esordio dell’Italia avverrà l’11 novembre a Skopje con Macedonia-Italia, mercoledì 15 primo impegno interno contro la Croazia a San Martino di Lupari (Padova), ore 20.30 con diretta SkySportHD. La quarta squadra del girone è la Svezia, avversaria delle Azzurre a febbraio 2018. Le uniche squadre già qualificate per l’Europeo sono quelle dei Paesi ospitanti (Serbia e Lettonia), in palio rimangono gli altri 14 posti: all’Europeo 2019 accederanno le prime classificate degli otto gironi e le sei migliori seconde. Rispetto al raduno di Ragusa, tornano in gruppo Giorgia Sottana e Cecilia Zandalasini, atlete che a ottobre erano impegnate con i rispettivi club. Non ci sarà invece Elisa Penna, inizialmente convocata ma poi bloccata da un problema fisico. Al suo posto è stata convocata Jasmine Keys. Il commento di coach Crespi, atteso dal primo impegno ufficiale sulla panchina della Nazionale Femminile: “Novembre significa le prime due partite di qualificazione all’Europeo 2019. E’ il momento del parquet. Partendo dal trasmettersi emozioni per sentirsi appartenenti al prodotto con la maglia azzurra. Il campo ferma le parole e la musica è quella delle scarpe. Il tempo dell’attesa è terminato, da domenica pomeriggio va aggredito ogni minuto insieme”. Queste le tipologie di biglietti per la partita di San Martino di Lupari: • intero: 15 euro • ridotto over 65: 10 euro • ridotto dai 6 ai 14 anni: 5 euro • fino ai 6 anni: gratuito (è obbligatorio ritirare in prevendita il biglietto omaggio) • posto numerato a sedere in tribuna a bordo campo: 25 euro Nel corso della prima fase di prevendita sarà possibile acquistare i biglietti direttamente al palasport di San Martino di Lupari, in via Leonardo da Vinci 7, durante le seguenti fasce orarie: • domenica 29 ottobre, ore 17.00-18.00 • martedì 31 ottobre, ore 18.00-20.00 • giovedì 2 novembre, ore 18.00-20.00 • sabato 4 novembre, ore 10.00-12.00 Dalle ore 12.00 di domenica 5 novembre scatterà la seconda fase, quella destinata alla vendita online. I biglietti messi a disposizione per questa fase si potranno acquistare sulla Community Lupebasket di Triboom (www.triboom.com/lupebasket), previa registrazione gratuita. Il calendario delle Azzurre 11 novembre 2017 Macedonia-Italia 15 novembre 2017 Italia-Croazia 10 febbraio 2018 Svezia-Italia 14 febbraio 2018 Italia-Macedonia 17 novembre 2018 Croazia-Italia 21 novembre 2018 Italia-Svezia Le convocate Martina Bestagno (’90, 1.89, C, Umana Reyer Venezia Mestre) Debora Carangelo (’92, 1.69, P, Umana Reyer Venezia Mestre) Sabrina Cinili (’89, 1.91, A, Saces Mapei Napoli) Chiara Consolini (’88, 1.85, G, Passalacqua Ragusa) Martina Crippa (’89, 1.78, G/A, Gesam Lucca Le Mura) Valeria De Pretto (’91, 1.85, A, Umana Reyer Venezia Mestre) Francesca Dotto (’93, 1.70, P, Famila Basket Schio) Alessandra Formica (’93, 1.89, C, Passalacqua Ragusa) Andre Olbis Futo (’98, 1.86, A, Treofan Battipaglia) Gaia Gorini (’92, 1.81, P/G, Passalacqua Ragusa) Martina Kacerik (’96, 1.81, G, Umana Reyer Venezia Mestre) Jasmine Keys (’97, 1.90, A, Fila San Martino di Lupari) Raffaella Masciadri (’80, 1.85, A, Famila Schio) Giorgia Sottana (’88, 1.75, P, BLMA Montpellier) Federica Tognalini (’91, 1.82, G, Gesam Lucca Le Mura) Cecilia Zandalasini (’96, 1.85, A, Famila Basket Schio) Atlete a disposizione: Giulia Ciavarella (’97, 1.83, G, La Molisana Campobasso) Caterina Dotto (’93, 1.70, G, Umana Reyer Venezia Mestre) Elisa Ercoli (’95, 1.90, C, Geas Basket S.S. Giovanni) Martina Fassina (’99, 1.83, A, Fila San Martino di Lupari) Giuditta Nicolodi (’95, 1.85, Gesam Lucca Le Mura) Ilaria Panzera (’02, 1.78, P, Geas Basket S.S. Giovanni) Erica Reggiani (’94, 1.74, P, Meccanica Nova Vigarano) Giulia Rulli (’91, 1.82, A, Basket Costa x Unicef) Marzia Tagliamento (’96, 1.81, A, Famila Basket Schio) Lo Staff Responsabile SSNF: Gaetano Laguardia Allenatore: Marco Crespi Assistenti: Giovanni Lucchesi, Cinzia Zanotti Video Analista: Gianluca Quarta Preparatore Fisico: Matteo Panichi Medico: Piergiuseppe Tettamanti Ortopedico: Andrea Billi Osteopata: Giampaolo Cau Massofisioterapisti: Davide Pacor, Matteo Brunelli Team Manager: Marco Gatta Team Director: Monica Bastiani Addetto ai Materiali: Francesco Forestan Addetto Stampa: Giancarlo Migliola Video Analista: Marco Cremonini Il Programma 5 Novembre Ore 18.30 Raduno c/o Centro di Preparazione Olimpica Coni, Largo G. Onesti 1 - Roma 6-8 Novembre Ore 9.00-12.00 Allenamento Ore 18.00-20.30 Allenamento 9 Novembre Ore 11.30 Trasferimento Aeroporto Ciampino Ore 15.30 Volo Wizzair Roma-Skopje Ore 17.05 Arrivo e trasferimento all’Hotel Russia Ore 19.00-21.00 Allenamento 10 Novembre Ore 10.30-11.30 Allenamento Ore 17.30-19.00 Allenamento 11 Novembre Ore 9.00-10.00 Allenamento Ore 17.00 Macedonia-Italia 12 Novembre Ore 9.40 Trasferimento Aeroporto Ore 12.40 Volo Os 780 Skopje-Vienna Ore 17.20 Volo Os 529 Vienna-Venezia Ore 18.25 Arrivo e trasferimento c/o Hotel Filanda - Cittadella (Pd) 13 Novembre Ore 9.00-12.00 Allenamento Ore 17.30-20.30 Allenamento 14 Novembre Ore 9.00-12.00 Allenamento Ore 17.00-20.00 Allenamento 15 Novembre Ore 12.00 Allenamento Ore 20.30 Italia-Croazia Fine Raduno Tutti i Gironi Girone A: Slovacchia, Montenegro, Islanda, Bosnia Girone B: Turchia, Bielorussia, Polonia, Estonia Girone C: Russia, Ungheria, Lituania, Albania Girone D: Grecia, Israele, Gran Bretagna, Portogallo Girone E: Francia, Slovenia, Romania, Finlandia Girone F: Spagna, Ucraina, Paesi Bassi, Ucraina Girone G: Belgio, Repubblica Ceca, Germania, Svizzera Girone H: Italia, Croazia, Svezia, Macedonia

FIBA World Cup 2019 Qualifiers, aperta la prevendita di Italia-Romania (Torino, 24 novembre)

Ven, 27/10/2017 - 15:06
La Nazionale italiana di basket inizia il suo cammino verso i Mondiali di Cina 2019, incontrando la Romania al PalaRuffini di Torino il prossimo 24 novembre alle ore 20.15. La prevendita dei biglietti per il match Italia-Romania è ufficialmente aperta da oggi, 27 ottobre, sui circuiti Ticketone (www.ticketone.it) e Vivaticket (www.vivaticket.it). In occasione dell’evento a tutti coloro che acquisteranno un biglietto per la Tribuna Gialla centrale e Distinti (anche ridotto) verrà data in omaggio una t-shirt celebrativa dell’evento personalizzata con il logo ufficiale e il claim di FIBA “THIS IS MY HOUSE”. Per tutte le società sportive e per gli abbonati Auxilium verrà praticato il prezzo ridotto di ciascun settore. Per info: ticketingbasket@rcs.it In allegato la planimetria dei vari settori con i relativi prezzi e la foto della t-shirt celebrativa. L’Italia di coach Romeo Sacchetti, inserita nel gruppo D, dopo la Romania affronterà la Croazia e l’Olanda. Quella al PalaRuffini sarà una sfida anche tra allenatori “all’esordio”: Romeo Sacchetti da una parte e Zare Markovski, il macedone vecchia conoscenza del basket italiano e attuale allenatore del Trabzonspor in Turchia e da poco nuovo Commissario Tecnico della squadra romena. Dopo il successo di pubblico del Preolimpico 2016, Torino torna ad ospitare per la ventesima volta una gara dell’Italbasket che, nel capoluogo piemontese ha un record di 16 vittorie e 3 sconfitte. Per quanto riguarda il PalaRuffini l’ultima partita della Nazionale risale a nove anni fa quando l’Italia sconfisse la Bulgaria, 82-81, nelle Qualificazioni all’Europeo 2009.

Inaugurato il nuovo palazzetto dello sport di Amatrice restaurato dopo il terremoto. C'era anche Roberto Brunamonti

Gio, 26/10/2017 - 16:15
Quando passa, il terremoto distrugge tutto. Tranne la volontà di fare squadra per ridare speranza ad una popolazione martoriata. Il 25 ottobre, ad Amatrice, la squadra di A2 dell’NPC Rieti e l’Associazione Basketartisti si sono date appuntamento per inaugurare il nuovo palazzetto dello sport appena restaurato. Un’occasione per stare insieme e dare impulso all’attività sportiva di una cittadina che con grande dignità si sta rialzando. Sul parquet c’era anche il nostro Roberto Brunamonti, che essendo di Spoleto ha vissuto in prima persona il dramma del sisma. Forza Amatrice!

Le decisioni del Tribunale Federale in merito alla trasmissione degli atti del Collegio di Garanzia del Coni sul caso Mens Sana Siena

Mer, 25/10/2017 - 18:23
Il Tribunale Federale applica al Sig. Ferdinando Minucci il provvedimento della radiazione con conseguente divieto di partecipare, sotto qualsiasi veste o qualifica, a qualunque attività federale o sociale nell’ambito della FIP (artt. 1 e 59 commi I b) e III R.G.; art. 16 R.G.); applica alla Sig.ra Olga Finetti la sanzione di tre anni di inibizione e pertanto, tenuto conto di quanto già scontato dalla medesima per effetto della sentenza del Tribunale Federale annullata dal Collegio di Garanzia CONI, fino al 7 ottobre 2019 (artt. 1 e 59 commi I b) e II R.G.; art. 15 R.G.): applica al Sig. Luca Anselmi la sanzione di tre anni di inibizione e pertanto, tenuto conto di quanto già scontato dal medesimo per effetto della sentenza del Tribunale Federale annullata dal Collegio di Garanzia CONI, fino al 7 ottobre 2019 (artt. 1 e 59 commi I b) e II R.G.; art. 15 R.G.); applica al Sig. Cesare Lazzeroni la sanzione di tre anni di inibizione e pertanto, tenuto conto di quanto già scontato dal medesimo per effetto della sentenza del Tribunale Federale annullata dal Collegio di Garanzia CONI, fino al 7 ottobre 2019 (artt. 1 e 59 commi I b) e II R.G.; art. 15 R.G.); applica alla Sig.ra Paola Serpi la sanzione di tre anni di inibizione e pertanto, tenuto conto di quanto già scontato dalla medesima per effetto della sentenza del Tribunale Federale annullata dal Collegio di Garanzia CONI, fino al 7 ottobre 2019 (artt. 1 e 59 commi I b) e II R.G.; art. 15 R.G.); applica al Sig. Jacopo Menghetti la sanzione di nove mesi di inibizione fino al 7 luglio 2017 (artt. 1, 2 e 44 R.G.; art. 15 R.G.), dandosi atto che detta sanzione è stata già scontata; dispone la revoca al “Fallimento Mens Sana Basket S.p.A. in liquidazione” degli scudetti relativi alle stagioni sportive 2011/2012 e 2012/2013; le “Coppa Italia” 2012 e 2013; la “Supercoppa” 2013. Attesa la particolare complessità della controversia, fissa il termine di 10 giorni per il deposito della motivazione.

Federazioni nell'elenco ISTAT. Petrucci: Riguarda lo sport italiano nella sua unicità

Mar, 24/10/2017 - 18:16
Il presidente Giovanni Petrucci è intervenuto durante il Consiglio Nazionale del CONI sull'elenco ISTAT e sulla presenza in questo di molte Federazioni Sportive Nazionali: "Non è un problema che riguarda solo la FIP, ma tocca l'unicità delle Federazioni all'interno del CONI -ha spiegato il presidente Petrucci- Con una logica che non è la nostra, evidentemente, l'ISTAT inserisce nel proprio elenco annuale le Federazioni Sportive, non tutte, ma anche quelle come la FIP che hanno vinto i ricorsi presso la magistratura in merito e in sospensiva l'anno precedente. Questo ci crea problemi seri. Ad esempio abbiamo 10mila fra arbitri e ufficiale al tavolo e non possiamo diminuire l'attività del 30 per cento intervenendo sulle spese di funzionamento della pratica sportiva: ci fermeremmo. E come noi, anche altre Federazioni. È un problema di carattere generale per cui chiedo in deciso intervento del CONI". Il presidente CONI Giovanni Malagó ha assicurato di seguire la vicenda.

Newsletter

Registrati per restare informato sul mondo Pro Cangiani.

Condividi contenuti

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer